lunedì 21 aprile 2014

Aoc Champagne Grand Cru Brut 1999 Pommery





Come da tradizione, prodotto con sole uve provenienti da villaggi Grand Cru della Côte des Blancs e della Montagne de Reims, per un assemblage, di perfetto equilibrio tra Chardonnay e Pinot Nero, che sconta una permanenza di sessanta mesi sui lieviti, tutto sotto l’attento controllo dello Chef de cave, Thierry Gasco.

Il calice si colora di oro intenso e bagliori verdi e ti cattura l’effervescenza, fine e prolungata, con spuma abbondante e molto cremosa.
Al naso balza l’eleganza espressa dalla bacca bianca, con tocchi floreali e penetranti scorze agrumate, cui si sommano note biscottate, vigorosi profumi di miele, c’era d’api, zafferano e un’affilata trama minerale.

La bocca, fine e delicata, è imperniata sulla freschezza e sulla cremosità, con inquadratura precisa delle sensazioni olfattive. Finezza e struttura si fondono armoniosamente, con bella tensione tra la verve acida e la spalla del Pinot Nero, che assurge, poco alla volta, a ruolo dominante.
Chiude ampio, slanciato e persistente, su cenni minerali, con concreti ritorni di zafferano e agrumi canditi.





2 commenti:

  1. Ho (ri)letto l'ultimo paragrafo, ci vedo un ragazzo e una ragazza che si assaggiano, è un complimento.
    Nelle nuvole, nei libri e nei post, ognuno ci vede quel che vuole.
    M 50&50

    RispondiElimina
  2. Il nome del pusher, please
    ID

    RispondiElimina